LA MIA PAUSA PRANZO - Cuore di Padre
Immagine
 Ci vogliono orfani di padre vivo...... di Nick
"
Oggi è un giorno in cui non penso, sento.
Sento talmente tanto che penso.
E come sempre penso te.
Non a te. Ma te.
Penso il tuo primo pensiero. E l’ ultimo.
Sento e penso. Te.

PAPA'
"

 
\\ : Articolo

LA MIA PAUSA PRANZO
Di Nick (del 24/01/2008 @ 15:35:15, in PAPA', linkato 2975 volte)

Lo mandi a scuola domani ?

l'ho chiesto a tua madre ieri sera mentre ti riaccompagnavo da lei

Certo” mi risponde…
e…lo hai sentito anche tu...

Premessa:
 Tua madre non vuole che, nei giorni in cui “spetta a me” (ci sono giorni in cui posso essere tuo padre!), io  venga a prenderti a scuola. Il perché non si sa o meglio è ben chiaro ma sei troppo piccolo per spiegartelo ed un giorno sarai troppo grande per crederci.
Nei restanti giorni in cui non dovrei vederti, ho deciso  di passare a scuola e passare 5 minuti con te riaccompagnandoti dai nonni materni.

1 ora di pausa pranzo e di traffico per stare 5 minuti con te.
Non te lo sto dicendo perchè un giorno mi possa ringraziare, è un’ulteriore premessa:
1 ora di pausa pranzo e di traffico per 5 minuti con te.

La risposta di tua madre? Non vuole neanche questo, non vuole che rubo questi 5 minuti.
lavora di più, così contribuisci di più alle nostre esigenze…
Tu non sai cosa scaturisci in tuo figlio quando vai a scuola, intacchi i suoi pensieri di bambino…non sai come sta quando lo lasci a casa

Passo il mantenimento ogni mese, compro i vestiti e non te li mette, dal medico non vuole che ti accompagno, ogni spesa extra ci sono. Forse devo pagare qualche “conto” al posto suo ?
Intacco i tuoi pensieri. Mamma non sa che ogni volta sei tu che mi chiedi di passare a scuola e di tornare in macchina con me. Forse non sa nemmeno che vorresti venire a pranzo con me. Ma no, per lei sono lì per insinuarmi, insinuarmi tra te e lei, anzi tra te e voi…
Era tua madre che piangeva sulla mia spalla, dicendomi che i suoi genitori cercavano di sostituirsi a noi e che non la lasciavano respirare.
 Sei fortunato amore mio, hai due mamme e due…tre…quattro…no dai, diciamo due padri fissi e gli altri variabili, in un anno e mezzo hai conosciuto 4 uomini compreso me, ma io intacco i tuoi pensieri di bambino…

Dicevamo,
 che ieri sera ho chiesto a tua madre di avvertirmi nel caso non fossi andato a scuola.
Oggi, arrivano le 12.20 e non ho ricevuto nè sms e né telefonate…bene, si parte…
però…
tira un’aria strana.
Arrivo a scuola, non c’è la sentinella, non c’è l’immancabile nonno…
ahia…
è come pensavo.
Non ti ha mandato a scuola e non mi ha avvertito.
Papà ma perché non sei venuto?

Sei troppo piccolo per spiegartelo ed un giorno sarai troppo grande per crederci…
MEGLIO COSI’






Salvo dove diversamente indicato, i materiali pubblicati su questo blog, sono sotto Licenza Creative Commons.


 
Nessun commento trovato.

Testo (max 2000 caratteri)
Nome
e-Mail / Link


Disclaimer
Puoi scegliere di non inserire il Nome e l'email, restando anonimo/a, in ogni caso si raccomanda la buona educazione. Grazie

 
           Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini
Ci sono 27 persone collegate


Titolo
Attimi (13)

Le fotografie più cliccate


Titolo
Citazioni (3)
Comunicati (1)
Giù le mani dai bambini (5)
MAMMA (3)
PAPA' (84)
Riflessione (3)
Servizi (5)





Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
Ninak
03/10/2018 @ 23:09:13
Di Boyd
mfhp
03/10/2018 @ 19:32:50
Di Johnie
zpdj
03/10/2018 @ 18:36:13
Di Robyn

Titolo
Pensi che i figli siano proprietà privata ?

 NO
 No però sono più miei che del padre
 ...del papà, NO
 Solo di mamma...faccia di velluto
 solo di papà...........SCHERZO !!!




Titolo
Segnala il blog ad un amico

aiutaci a far capire
che il cuore di PAPA'
è uguale
al cuore di MAMMA

Titolo
Musica 
Io ci sarò di Andrea Bocelli
Milioni di giorni di Niccolò Fabi
Essere speciale di Niccolò Fabi
Sangue del mio sangue di Niccolò Fabi

Da leggere 
Cuore di padre di Aldo Dinacci

Film 
Kramer contro kramer