Automatic mechanical rolex replica watches: Each automatic mechanical rolex replica watch is developed from a manual mechanical replica watches, so the automatic mechanical replica watches uk can be twisted by winding the crown clockwise like a manual mechanical watch.
Cuore di padre Cuore di Padre
Immagine
 Ci vogliono orfani di padre vivo...... di Nick
"
Oggi è un giorno in cui non penso, sento.
Sento talmente tanto che penso.
E come sempre penso te.
Non a te. Ma te.
Penso il tuo primo pensiero. E l’ ultimo.
Sento e penso. Te.

PAPA'
"

 
\\ Home Page : Storico : Riflessione (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di Nick (del 30/01/2008 @ 10:40:02, in Riflessione, linkato 24341 volte)
era novembre 2007 quando un giovane padre di 31
si suicidò a seguito del rapimento di suo figlio
http://www.corrieredilivorno.it/italian/news/view.asp?id=426

oggi, finalmente, una versione piu' chiara dei fatti
http://figlinegati.forumfree.net/?t=24587036
ecco un estratto dell'articolo da
IL COMITATO TROVIAMO I BAMBINI
www.troviamoibambini.it

8 Novembre
Dayamara (moglie), sparisce nel nulla insieme al figlio Daniel,
avuto dal marito Daniele De Nicola,
che ne denuncia la scomparsa in Questura

9 Novembre
Il piccolo Daniel lascia l’Italia per S.Francisco,
risulta che si imbarchi insieme a
due uomini americani

10 Novembre
lascia l’Italia anche Dayamara per Cuba (suo paese di origine)

11 Novembre
Daniele De Nicola (il padre) assieme alla cognata, decide
di lanciare un appello pubblico per ritrovare suo figlio
.. nessuno lo ascolta ...

15 Novembre
Daniele non regge al dolore, si impicca nel piccolo appartamento
che stava ristrutturando e
dove avrebbe dovuto andare
ad abitare con la sua famiglia

20 Novembre
Chi prosegue la lotta per Daniel sono i nonni paterni,
Armando De Nicola e Antonia Spagnolo

19 Gennaio
Entra in gioco il
COMITATO TROVIAMO I BAMBINI
che inizia a fare azione diplomatica, ma ..
.. i consolati americani e cubani non collaborano

si scopre che uno dei due uomini che hanno portato via il bambino dall'aereoporto di peretola (J. Harris) si è presentato in questi giorni, dal Console Italiano a San Francisco, ed ha spiegato, che pochi giorni prima di partire da Firenze, si era presentato al consolato Americano a Firenze assieme a Dayamara e al bambino, mostrando gli esami del DNA di Daniel, dove risultava, che il bambino era figlio, non di Daniele De Nicola ma di J. Harris.

questo è stato sufficiente (!!) da parte del Consolato Americano, per dare all’uomo l’affidabilità per portare Daniel a San Francisco. Senza informare minimamente Daniele De Nicola, che al momento della partenza di Daniel per San Francisco, risultava ancora in vita…

Come è possibile che un bambino legalemente, risulti figlio di un Italiano e che non venga informato, da questo consolato Americano, che qualcuno cerca di portarglielo via senza poter fare nulla? Senza poter “lottare”, senza poter sapere? Questo Console che ha autorizzato la partenza di Daniel, non si sente un pò in colpa, per il suicidio di Daniele De Nicola, un giovane papà di 31 anni?

Noi riteniamo, che questa persona, abbia AMPIAMENTE, contribuito, seppur indirettamente, alla morte di Daniele De Nicola … Percui, in nome di Daniele De Nicola, vi chiediamo di scrivere tutti assieme a questo Consolato Americano: VERGOGNATI !!

E come al solito lo Stato Italiano rimane a guardare…
Fate girare questo appello in nome di un papà…

Grazie.

IL COMITATO TROVIAMO I BAMBINI
www.troviamoibambini.it
info@troviamoibambini.it

email del consolato:
florencec@state.gov




Salvo dove diversamente indicato, i materiali pubblicati su questo blog, sono sotto Licenza Creative Commons.


 


Di Daddy (del 26/11/2007 @ 16:22:31, in Riflessione, linkato 4117 volte)
Non sono né un filosofo né uno psicologo.
Sono però senza dubbio un pensatore, come altri.
Pensatore non inteso come parte di un’ elite ma come colui che nel marasma quotidiano si fa domande.
E difficilmente riesco a darmi risposte.
Questo blog nasce per ovvi motivi, si schiera apertamente non a favore dei padri ma contro le ingiustizie che spesso subiscono.
In ultima analisi pensiamo di essere un sito A FAVORE DEI BAMBINI.
Si può veramente pensare nel 2007 che un bimbo abbia bisogno solo della mamma?
Io credo che questa sia una falsa convinzione di molte mamme
che hanno un rancore assoluto nei confronti del padre del bambino.
Si, falsa, perché non credo possibile sia autentica.
Delle problematiche post separazione ne è pieno il blog e ne è pieno il mondo.
Mi vorrei soffermare sul percorso e sugli incastri psicologici sui quali invece
spesso si gioca in maniera vigliacca e indegna.
Comincio a credere che sia insito nell’ animo umano giocare coscientemente o meno sulle debolezze altrui.
Confronti quotidiani anche con padri che apparentemente non hanno grandi problemi di coppia o che non sono separati mi portano a pensare che i comportamenti materni siano spesso simili.
Si cerca di insinuare nel papà il dubbio sulla propria capacità di essere padri.
Frasi del tipo “l’ hai coperto troppo ecco perché si è ammalato”
Oppure “chissà che gli hai dato da mangiare ecco perché ha vomitato” o “lo zucchero non gli piace, ancora non lo sai?” ma di esempi banali ne potrei fare un milione sono, a mio avviso, mirate a esternare in maniera implicita ma (altrettanto) inequivocabile un diritto di proprietà.
Mi spiego meglio: siamo sicuri che il proprietario di una casa la conosca meglio di un affittuario che ci abita?
Forse l’ esempio è un po’ forte ma è solo per rendere l’ idea.
Si vuole rendere insicuro il papà che nel 90% dei casi dopo un periodo costante di frasi come quelle sopra citate si comincerà a chiedere in maniera più o meno cosciente se non sia vero quanto sottinteso dalla mamma del bambino.
Il papà è condannato a vivere nel dubbio chiedendosi in continuazione se è o meno un buon padre o almeno se sia in grado di esserlo.
Una mamma è assiomaticamente una buona mamma per il solo fatto di averlo partorito.
Lei sa inequivocabilmente i gusti, le voglie, le sensazioni, cosa è meglio o peggio per il proprio figlio.
Perché l’ ha partorito.
Io credo che tutto questo derivi da un’ educazione o cultura prettamente cattolica e di fatto matriarcale come la nostra.
Fondamentalmente anche i papà sono convinti che una mamma ne sappia sempre più di loro.
L’ unione dei nove mesi in cui il bimbo è in simbiosi con la mamma, in cui sono un UNO è evidente ed incontestabile.
Una volta nato il bimbo, gli individui si separano e non sono più un UNO ma anche fisicamente sono due.
Perché le mamme ed i papà non accettano che da quel momento in poi si è UGUALI nei confronti del figlio?
Troppe volte cerchiamo anche inconsapevolmente delle risposte dalle mamme dei nostri figli pensando che è proprio lì che risiede la verità.
La verità non esiste, la verità è negli occhi dei nostri figli, nell’ amore e nella ricerca che loro hanno per e di noi.
Nei loro occhi dobbiamo cercare la risposta alla domanda “SONO IN GRADO DI ESSERE UN BUON PADRE?”




Salvo dove diversamente indicato, i materiali pubblicati su questo blog, sono sotto Licenza Creative Commons.


 


Di Nick (del 11/08/2006 @ 14:55:04, in Riflessione, linkato 1800 volte)

...in un attimo di ottimismo c'era venuta la tentazione di mettere qualche sorriso tra le righe...

...volevamo alleggerire un po' le pagine di questo blog...

...volevamo renderlo meno pesante...o ingombrante...

...poi ti scopri come al solito, a pensare, a sentire, a percepire che tuo figlio non è qui con te...

...o che per averlo a fianco ci siamo mascherati da zombie...e andiamo avanti...

e allora signori...non si può alleggerire niente...

non vogliamo portare anche nel Nostro (Vostro, perchè di tutti) Blog quella maschera che ognuno di noi porta nel quotidiano...

anche con se stesso...

...una volta tanto ci siamo strappati la maschera...

...e una volta tanto non la rimetteremo...

...e così i nostri sorrisi, le nostre soddisfazioni, saranno i vostri commenti, positivi, negativi, poco importa...

...ci piace pensare che questo sia un gruppo di amici…e con voi abbiamo riflettuto ad “alta voce”…

daddy, nick, spider





Salvo dove diversamente indicato, i materiali pubblicati su questo blog, sono sotto Licenza Creative Commons.


 


Pagine: 1

 
           Sito Ufficiale della Campagna Nazionale Giu Le Mani Dai Bambini
Ci sono 36 persone collegate


Titolo
Attimi (13)

Le fotografie più cliccate


Titolo
Citazioni (3)
Comunicati (1)
Giù le mani dai bambini (5)
MAMMA (3)
PAPA' (84)
Riflessione (3)
Servizi (5)





Gli interventi più cliccati

Ultimi commenti:
zsdfghjkl
16/07/2018 @ 12:14:08
Di ÁDFGHJK
t? khóa[url=link]t? ...
16/07/2018 @ 12:12:48
Di ariana
online casino roulet...
16/07/2018 @ 09:31:07
Di Justin

Titolo
Pensi che i figli siano proprietà privata ?

 NO
 No però sono più miei che del padre
 ...del papà, NO
 Solo di mamma...faccia di velluto
 solo di papà...........SCHERZO !!!