\\ Home Page : Articolo : Stampa
ALEMANNO: POLITICHE SOCIALI PER PADRI SEPARATI
Di Nick (del 17/04/2008 @ 12:19:39, in Comunicati, linkato 16245 volte)
"Difendere la famiglia significa difenderne i valori fondanti, cioè il padre e la madre. Quando una famiglia in difficoltà chiede aiuto, il Comune e i servizi sociali territoriali devono assistere i genitori in modo paritario, aiutare i padri separati come si fa con le madri, e soprattutto garantire ai figli il diritto primario di crescere con entrambi".

Sono le parole del candidato sindaco del Pdl Gianni Alemanno, intervenuto ai gazebo delle tre associazioni no-profit - Gesef, Papà separati, FeNBi - promotrici dell'iniziativa "La paternità è un valore nella famiglia" a Piazza del Popolo. "Con le giunte di Rutelli e Veltroni sono stati firmati due protocolli di intesa tra Comune di Roma, servizi sociali e tribunali civili e minorili, escludendo però completamente i genitori e le associazioni che li rappresentano. Serve revisionare questi protocolli perche finora lo Stato si è sostituito alla famiglia". "Al prossimo sindaco di Roma chiediamo di attuare politiche sociali per il rispetto del principio giuridico della bigenitorialità", ha dichiarato Vincenzo Spavone, presidente Gesef (Genitori separati dai figli) - "tenendo conto delle difficoltà dei padri separati, che spesso dopo essere stati allontanati da casa, se non hanno un parente e i soldi per pagarsi un affitto a Roma, hanno grandissime difficoltà a vedere i proprio figli. Per questo speriamo che in futuro possa essere riconosciuto lo status di "genitore sfrattato", magari con una quota nelle case popolari da riservare ai padri separati"...