\\ Home Page : Articolo : Stampa
NON PUOI STARE QUI
Di Nick (del 11/03/2008 @ 23:45:57, in PAPA', linkato 2765 volte)

Stai un po’ meglio. Cominci a riavere un po’ di forza dopo i 10 giorni di malattia. Andiamo da nonna, giochiamo a basket, ti diverti un mondo. Poi l’immancabile Pc. Ogni volta mi stupisco della tua abilità. Prima un po’ di pesca poi il motocross. Giochiamo insieme. Riesco a sganciarti dal computer con la solita fatica. Giochiamo con i bigliettini e le freccette. Ti nascondo dei giocattoli. 

Passiamo alle macchine, mi invento un altro gioco.

Sono le sei. 

Arriva la beffa. Papà dice STOP. Basta con i giochi. Si deve andare in macchina. Arriva il tuo sguardo severo e tenero allo stesso tempo. Uno sguardo da cane bastonato ma arrabbiato. Uno sguardo che mi lacera ovunque. 

 

Si ok, stai bene, ti faccio stare bene, ti diverti, ridi, giochi, corri, tiri, pari, sudi, mi abbracci, mi baci…e poi… 

BASTA  

 

- Giochiamo ancora con il garage? 

- No è tardi tesoro 

- Dai ancora un po’, ti prego…

  

*** Quando arrivi a dirmi ti prego, mi ucciderei. Mi stai pregando per fare la cosa che più vorrei al mondo. Mi stai supplicando di stare di più con me, ovvero quello per cui sto lottando da 4 anni e sono costretto a dirti di no… 

Io… tuo padre… DEVO DIRE NO… 

PAZZESCO !!!  ***

 

- E’ tardi tesoro – ripeto come un ebeteche vuoi che ti dica…non ho voglia di dirti che capirai da grande, ancora infastidiscono me certe risposte avute da piccolo, non ho voglia di farti avere l’ansia di crescere per capire. Non posso dirti che tua madre è una stronza…che vuoi che ti dica… 

 

- E’ tardi tesoro, mamma ci aspetta – provo così… 

- Dai un altro tiro in porta? Non posso colorare ancora ? giochiamo al computer? Dai l’ultimo cartone… 

 

- Dai andiamo infila il giacchetto e chiamiamo l’ascensore…  

 

Chissà cosa pensi di me ? Dimmi cosa pensi di me

Papà ma perché non vuoi più tutto questo. Papà mi vuoi riportare a casa, di già. Ma come. Che senso ha ?   

Vieni alle 14.30, mi strappi alla digestione, mi allontani dal pisolino (forse di questo sono contento), mi fai interrompere quello che sto facendo ma per fare cosa ?

Per correre dall’altra parte della città. Per vederti nervoso se incontriamo traffico. Cambiamo giochi in continuazione con un frenesia da folli.

Papà guarda che non è colpa mia se non mi vedi per il resto della settimana.

Mi chiedi se ti amo, vuoi baci, vuoi carezze, vuoi attenzioni , io ti do tutto questo papà

ma non puoi ogni volta fermarmi sul più bello.

Sono piccolo ho voglia di giocare perché dobbiamo lasciare tutto e scappare come ladri. 

Sei cattivo, ecco quello che penso.  

 

Ti arrendi nuovamente. 

IO, TUO PADRE, HO DETTO DI NUOVO BASTA